VIENNA 
l'arte nei suoi Palazzi
- tratto da "I Palazzi di Vienna" di Wolfgang Kraus e di Peter Muller, Fabbri Editore-


Vienna, Hofburg- Palazzo Urbano-


Vienna Schonbrun-residenze estive


Vienna, Palazzo Liechtenstein-palazzo urbano


Vienna Palazzo Neupauer-Breu-palazzo urbano

Vienna Palazzo Dietrichstein-palazzo urbano


Vienna, Palazzo Daun-Kinsky-palazzo urbano

Vienna Palazzo Rottal-palazzo urbano

Vienna Castello Hetzendof Rottal-residenza estiva


Vienna Castello di Schonbrunn-residenza estiva


Vienna Palazzo Harrach-palazzi urbani

Vienna Palazzo Fries-Pallavicini -palazzi urban

Vienna rapprenta da sempre la città della musica ed è nota per aver dato i natali a molti illustri musicisti quali Mozart, Beethoven, Schubert, gli Stauss, Brahms, Listz,Schomberg e altri ancora.
I suoi palazzi poi rappresentano il fulcro della bellezza che ha attraversato nei secoli intatta la maghificenza reale e nobiliare.
Qui a seguire un elenco dei maggiori palazzi:

PALAZZI URBANI
I palazzi urbani rapresentarono  un utilizzo conforme ai tempi. Essi vennero utilizzati sempre più raramente come  residenze di famiglie nobili, ed entrarono in possesso in molti casi di una burocrazia che si stava espandendo sempre più. Già l'imperatrice Maria teresa trasformò il Palazzo d'inverno del Principe Eugenio, in Himmelpfortgasse, in ufficio statale. E oggi moltissimi ministeri e uffici pubblici hanno la loro sede in palazzi dei Ring, sorti nella second ametà del diciannovesimo secolo coem residenze feudali di una specie dialta borghesia nobilitata, dopo la trasformazione in alberghi o uffici statali hanno subito una progressiva snaturazione delle strutture e degli interni originali. I palazzi imperiali di Vienna sono invece rimasti intatti anche senza corte e vita di corte, ed è proprio per questo che oggi sono una delle attrattative turistiche di magior pregio esistenti nella città.La decadenza della città borghese iniziò nella prima metà del sedicesimo secolo. La catastofe ebbe i suoi primi segnali con il devastante incendio dell'anno 1525, che distrusse praticamente mezza città. Sotto il dominio dei turchi l'imperatore decise di fortificare la città e che non ruscì più a mantenere il passo con le maggiori città europee. Anche l'edificio del re, tozzo e quadrato nascondeva una facciata medievale e difattezze di  torre fortificata.
Finalmente uno stacco decisivo fu dato nell'anno 1587 con la residenza  di Neugebaude, enorme aprì mondi sconosciuti ai viennesi sino ad allora. Molti furono gli artisti italiani che operavano alla grandezza dei palazzi viennesi, ricordiamo Lucchese, Carlone, tencalla, Rossi, Gabrieli, Martinelli, e molti altri.
Il culmine dell'arte barocca però è precedente a questo sviluppo e corrisponde a un avvenimento di grande portata storica:la vittoria sui turchi alle porte di Vienna nell'anno 1683. Questa vittoria pose fine all'antico trauma, durato centocinquant'anni.Vienna divenne letteralmente la città dei palazzi. nel 1730 si contavano all'interno delle mura 930 case borghesi e non meno di 248 palazzi nobiliari. Tuttavia il lusso era eccessivo.Ricordiamo i maggiori palazzi:
Palazzo Hofburg, Palazzo arcivescovile(Erzbischofliches Palais), Palazzo Starhemberg, Palazzo lobkowtz, Palazzo d'inverno Liechtenstein, Palazzo Harrach, Palazzo Mollard-Clary, Palazzo Rsterhazy, Palazzo d'inverno del principe Shonborn, Palazzo Daun-Kinsky, Palazzo Neupauer-Breuner, Palazzo Funsteberg, Palazzo Rottal, palazzo Erdody-Furstenberg, Palazzo Dietrischstein, Palazzo Fries-Pallavicini. Albertina, Palazzo Modena

RESIDENZE ESTIVE
Le residenze estive di distinsero dai palazzi urbani per una configurazione più intima, serena e meno formale. Plasticità, maggiore dinamicità nella configurazione del profilo e della facciata danno oracome risultato un'archittetura più leggera, allegra e smaterializzata. Il punto culminante della sequenza delle sale è la sala delle feste, spesso rotonda o ovale, dal soffitto a volte e decorata riccamente con dipinti o affreschi.Il giardino barocco è uno spazio aperto, rigidamente configurato. E' strutturato con viali  e siepi rigidamente geometrici. Un elemento importante è costrituito dall'acqua, in forma di cascate, fontane, laghetti,scale d'acqua e giochi d'acqua.Palazzo d'estate Linchtenstein,Castello Hetzendorf, Castello di Schonbrunn, Palazzo Augarten, Palazzo Schwarzenberg, Palazzo Strozzi, Palazzo Schonburg, Palazzo Schonborn, Palazzo Aueesperg, Palazzo Trauuston, Belvedere, Palazzo Rasumofsky, Palazzo Clam- Gallas, Palazzo Metternich.
Favorita Collegium Theresianum-residenza imperiale estiva-


Vienna Palazzo Trautson-residenza estiva
PALAZZI DEL RING
Palazzo Todesco, Palazzo Wurttemberg, Palazzo Schey, Palazzo dell'arciduca Ludwig Viktor, palazzo dell'arciduca Guglielmo, palazzo Larisch, Palazzo Lutzow, Palazzo Epstein, Palazzo Henckel-Donnersmarck, Palazzo Ephrussi, Palazzo Falkenstein, Palazzo Rothschild.
Vienna oggi così bella grazie al suo passato storico di capitale del Sacro Romano Impero e poi dell'Impero austro- ungarico e al fascino esercitato dalla corte imperiale sulle famiglie nobili dell'impero e dell'Europa tutta.
Dei circa 400 palazzi  una volta esistenti ne sono stati eliminati a tutt'oggi  un quinto; quelli rimasti, salvo alcune eccezioni, non vantano più i loro estesi, ricchi e fantasiosi giardini

Vienna Palazzo Rasumofsky-residenza estiva

Vienna Palazzo Schwarzenberg-residenza estiva



Vienna Palazzo Rothschild-palazzo del Ring

Vienna palazzo Ephrussi Palazzo del Ring

Vienna palazzo Epstein-palazzo dei Ring

 


Vienna palazzo Todesco ( i palazzi del Ring)
I palazzi del Ring quali il Todesco è oggi sede dal 1947 sede della Volkspartei austriaca .Essi furono concepiti inizialmente come "via triumphalis" dall'imperatore, divennero imperiali grazie ai palazzi privati degli arciduchi Guglielmo e Ludwig Viktor, e a quelli delle famiglie nobili dei Wurttemberg, Hoyos, Kinsky.
Da un punto di vista artistico l'epoca dei Ring si sviluppò fino al suo culmine una pregnate forma stilistica. Essi hanno un linguaggio formale, riflesso della storia, e contemporaneamente l'attenzione alle tecniche di realizzazione e alle esigenze più moderne, che rispetta però un simbolismo stilistico fondamento storicamente:per l'edilizia rappresentativa sacra e profana di scelse lo stile gotico, per i palazzi privati il rinascimento e il primo barocco romano.
Vienna Palazzo Augarten-residenza estiva
Dapprima dominò la facciata piatta, composta e rigorosa, con decorazioni piccole, delicate. Nel periodo classico la suddivisione della facciata diventa più dinamica, sfaccettata e mossa, per arrivare poi a un sovraccarico di elementi in cui compaiono già elementi sessionisti.
Il palazzo barocco venne preso a modello nei suoi apsetti rappresentativi. Il portale, l'atrio e lo scalone vennereo arredati e decorati in maniera molto fastosa. Il nucleo del palazzzo dei Ring erano però i saloni. La loro importanza sociale venne sottolineata già nella facciata, mettendo in rilievo il piano nobile.  I saloni poi con soffitti a cassettoni e con innumerevoli affreschi, grandi lampadari, pesanti tendaggi facevano parte dell'arredamento dei saloni nei palazzi Ring come i gruppi di divani, le palme, i colorati e preziosi tappeti, gli oggetti d'arte delle più svariate epoche  e culture.

 



Vienna palazzo Larisch
-palazzo dei Ring


Vienna Palazzo Ludwig Viktor
-Palazzo dei Ring


Vienna palazzo Lutzow
-palazzo dei Ring

Vienna Palazzo Schey-palazzo dei Ring

 

 

Vienna palazzo Falkenstein -palazzo del Ring


Vienna Palazzo Auersperg-residenza estiva

 


Vienna palazzo Wurttemberg-palazzo dei Ring